Con l’avvento dei moderni lettori d’impronte digitali sugli smartphone Android di ultima generazione sono stati fatti dei passi da gigante nel campo della sicurezza mobile. Ma se il nostro cellulare fosse un po’ più datato o, per ragioni di privacy, volessimo rendere ancora più sicuro il nostro fedelissimo smartphone? In questo articolo vedremo come impostare i sistemi di protezione per il Blocco schermo del nostro terminale Android.

Prima di intraprendere qualsivoglia operazione è bene chiarire un paio di concetti essenziali. Abbiamo esordito parlando di Blocco schermo. Per chi non lo sapesse, questa terminologia identifica la schermata che evita la pressione involontaria dei tasti quando il nostro smartphone è in tasca o in borsa. Se opportunamente configurata, suddetta schermata consente di proteggere i nostri dati in caso il cellulare dovesse finire inavvertitamente tra le mani di qualche malintenzionato. È bene precisare, ed è questa la ragione di questa guida, che non esiste un metodo più efficace di un altro; o meglio, ciascuna opzione è tanto più utile quanto più si adatta all’utilizzo del suo utilizzatore.

Se ancora non avessimo impostato questa funzione è bene sapere che è possibile raggiungere le opzioni a cui si è fatto e farà riferimento alla voce Blocco schermo che, a seconda delle diverse versioni Android e personalizzazioni effettuate dai costruttori, si può trovare nelle Impostazioni dispositivo, o nella sezione Personali – Sicurezza  Blocco schermo o nella sezione Display – Blocco schermo. Una volta individuata la schermata d’impostazione, le opzioni che ci potrebbero balenare agli occhi potrebbero essere molteplici. Per congruenza ci occuperemo di passare in rassegna i più comuni sistemi di blocco:

  • Nessuno: non viene impostato alcun blocco per lo schermo. Chiunque può accedere allo smartphone, che può essere oggetto della pressione involontaria di tasti e conseguente apertura casuale di app.
  • Scorrimento (o Trascina): è sufficiente appoggiare il proprio dito su un punto qualsiasi del display e trascinarlo per sbloccare lo schermo del nostro cellulare. Questa opzione evita lo sblocco involontario, ma non offre alcuna protezione ai dati presenti sul dispositivo.
  • Password: come per la precedente, questa opzione impedisce lo sblocco involontario e in più permette di impedire l’accesso a chi non sia in possesso della parola o codice alfanumerico impostato come password. Il vantaggio di questo sistema sta nell’infinito numero di caratteri attraverso il quale è possibile impostare la nostra password, la cui efficacia sarà direttamente proporzionale alla sua stessa complessità.
  • PIN: il PIN offre gli stessi vantaggi della password ad eccezione del fatto che è possibile impostare unicamente una sequenza di numeri da 4 a 16 cifre. Come per i PIN di carte e bancomat, questo sistema garantisce una discreta protezione e una facile memorizzazione.
  • Sequenza: questo sistema di protezione è forse il più moderno tra quelli in elenco. In questo caso è sufficiente individuare una sequenza di sblocco che andrà ripetuta sulla tabella virtuale che apparirà ogni volta che andremo a sbloccare il nostro smartphone. È possibile individuare da un minimo di 4 fino ad un massimo di 9 punti che andranno collegati tra loro mantenendo premuto e scorrendo il dito sulla tabella. Questo sistema, permettendo di sbloccare rapidamente lo schermo, è forse il più adatto all’uso comune, ma offre meno benefici in termini di sicurezza e privacy ed è forse il più soggetto a dimenticanze.

Il nostro elenco potrebbe protrarsi ancora.  Ad esempio LG offre la possibilità di sblocco tramite Knock Code, ovvero attraverso una sequenza di tocchi, oppure il sempre più diffuso sblocco con lettore d’impronte digitali, che permette di accedere al nostro terminale Andorid semplicemente appoggiando un dito in corrispondenza del lettore. In generale possiamo affermare che qualsiasi sistema di sicurezza è meglio di niente e che, oggigiorno, qualsiasi smartphone o tablet Android consente di proteggere la nostra privacy e il dispositivo stesso: a noi la scelta di selezionare il metodo più congruo alle nostre esigenze.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata